Spaghettoni di castagne e caffè alle nocciole.

Ho sempre avuto l’impressione che l’autunno fosse la stagione che insegna il valore del tempo.

L’estate, sia che la si viva da gaudenti cicale, sia che si sia operose formichine, regala l’impressione che tutto sia sempre possibile: le giornate sono lunghe, la luce invade le finestre e le pupille, la sensazione è che niente possa mai davvero finire.

In primavera normalmente io ho sonno. Non è questione di avere tempo, è proprio che difficilmente riesco a combinare qualcosa. Ciondolo pigra nelle ore diurne cercando di concludere quel che si deve, e riuscendoci a volte a fatica.

L’inverno è tempo fermo. Meravigliosamente immobile, cristallizzato dal freddo e dalla neve. Che scorre rapido, perchè il buio arriva presto e si attarda a salutarci al risveglio.

mer_3606

È l’autunno la stagione in cui si può davvero godere del tempo a disposizione. Non troppo calda, nè troppo fredda, concede gli ultimi scampoli di frutti d’estate da preparare e sistemare con l’aria ormai frizzantina.

Permette di far con calma il cambio degli armadi , e la sera si può ancora scegliere tra Grey’s Anatomy, con plaid e divano, o una passeggiata…

mer_3604

E resta tempo da passare in cucina. A fare una pasta fresca, formata a mano. A sbucciare i resti delle castagne bollite e a sgusciare le nocciole da conservare cercando di resistere alla tentazione di mangiarsele come le ciliegie;).

 

mer_3598

Pici di castagne
 
Preparazione
Cottura
Totale
 
Preparata da:
Porzioni: 4
Ingredienti
  • 200 g di farina di castagne
  • 200 g di semola
  • acqua q.b.
  • 1 cucchiaino di povere di caffè.
  • due noci di burro
  • castagne lesse e sbucciate
  • granella di nocciole
  • sale
  • pepe
Preparazione
  1. Impastate le due farine miscelate tra loro e con la polvere di caffè, che stempererà la dolcezza delle castagne.
  2. Usate acqua sufficiente a fare una pasta soda ed elastica. Lasciatela riposare, poi staccate dei pezzetti grandi come una nocciola e lavorateli a formare degli spaghetti piuttosto grossi.
  3. Lessateli in abbondante acqua salata e scolateli quando verranno a galla.
  4. Intanto sciogliete il burro a fiamma dolcissima in una padella, unite le castagne prelessate e sbucciate e la granella di nocciole, sale, pepe. Aggiungete la pasta e fatela saltare, in modo da creare un 'emulsione avvolgente .

 

Se poi di voglia di cucinare non ne aveste, guardate gli eventi in programma per il mese della castagna . Sono certa che tra le cene in agriturismo,  i pranzi domenicali post passeggiate o i burger a tema, troverete più di qualcosa di vostro gusto.

 

Commenti?