Kanelbullar cake alla nocciola senza derivati animali.

Kanelbullar cake senza derivati animali

 

Fa parte delle leggi di Murphy o di qualcosa di simile vero, il fatto che praticamente dal giorno in cui avrei teoricamente ricominciato la dieta, mi sia tornata anche la voglia di cucinare?

Questa torta è frutto, come ormai spesso accade, di moltissime cose viste e lette sui social. In primis l’impasto è quello di montersino, usato nella torta di rose di Viola Mirtillo, maga dei lievitati (e non solo) senza derivati animali.

Solo che avevo voglia di un impasto che fosse estremamente profumato, che mi permettesse di fare un viaggio almeno con le papille gustative, di qualcosa che nascondesse al suo interno un piccolo segreto. E così ho pensato ai miei amati kanelbullar, si insomma, le briochine dell’Ikea:D, quelle di cui mi sono tanto riempita la pancia a Stoccolma ( e pure a Carugate:D).

E mi è tornato in mente il bellissimo cuore che qualche anno fa aveva preparato Elena.

E così è nata la torta di briochine profumate… Non perdete altro tempo a leggere,non vedete quanto è soffice? andate a prepararla, domattina accompagnerà anche il vostro caffè!:D

Kanelbullar cake senza derivati animali

Kanelbullar cake alla nocciola senza derivati animali.
 
Preparazione
Cottura
Totale
 
Una torta soffice e superprofumata, senza derivati animali, per una colazione meravigliosa. Ma fatela al mattino, altrimenti alla colazione del giorno dopo non arriva:)
Preparata da:
Porzioni: 10
Ingredienti
  • Per una teglia da 32 cm di diametro
  • 24 g di panna vegetale ( che contenga lecitina di girasole e senza grassi idrogenati, io ne ho trovata una di riso)
  • 96 g di olio evo leggero
  • 380 g di farina ( io ho usato una farina forte per brioche soft )
  • 100 g di licolì maturo per l'uso ( a tre ore dal rinfresco)
  • 180 g di latte di mandorla
  • 80 g d zucchero di canna integrale
  • 50 g di pasta di nocciole
  • 2 cucchiai di rhum
  • 2 cucchiai di estratto di vaniglia
  • sale q.b.
  • Per la farcitura
  • 3 cucchiai di cannella*
  • i semi schiacciati di 5 bacche di cardamomo verde*
  • la punta di un cucchiaino di lemon myrtle*
  • 4 cucchiai di zucchero
  • *tutte le mie spezie vengono da Tuttelespeziedelmondo.com .
Preparazione
  1. Cominciate preparando l'emulsione, montando la panna con l'olio fino ad avere una crema corposa e leggera, ben amalgamata.
  2. Sciogliete la pasta madre e la pasta di nocciole nel latte, unite anche lo zucchero, il rhum e la vaniglia, e cominciate ad impastare con la farina. Quando l'impasto comincerà ad essere corposo e a staccarsi dalle pareti della ciotola, unite il sale e la miscela, un cucchiaio alla volta. Lavorate girando l'impasto almeno un paio di volte, fino a che non sarà ben incordato.
  3. A questo punto mettetelo in una ciotola e lasciatelo riposare un'oretta. Potete procedere in due modi: o lo mettete in frigorifero tutta la notte ( in questo caso quando tornerete a lavorarlo, abbiate cura di lasciarlo tornare a temperatura ambiente prima di procedere), o potete procedere subito.
  4. Versate l'impasto sulla spianatoia e fate un giro di pieghe.
  5. Mettetelo da parte e mescolate le spezie della farcitura allo zucchero. Spolverizzate il piano di lavoro con un terzo della miscela, stendete sopra l'impasto con le dita, a formare un rettangolo alto circa 1 cm.
  6. Spolverizzate il rettangolo con la restante miscela di zucchero, premete leggermente per far ben aderire lo zucchero e arrotolate strettamente. Tagliate a questo punto delle fette alte circa un cm, disponetele in una teglia antiaderente leggermente sovrapposte, a formare una corona, poi riempite anche il centro.
  7. Lasciate lievitare fino al raddoppio ( la mia ha riposato dalle 22 alle 8 del mattino in forno con lucina), poi cuocete in forno caldo a 180°C per circa 40 minuti.

 

 

Commenti?