Zuppa di cipolle, si fa presto a dire comfort food

zuppa di cipolle

Che la zuppa di cipolle possa essere un comfort food è innegabile. Sempre che amiate le lilliacee, altrimenti diventa una tortura!

Ma è un comfort food da duri. Cioè non è come latte e biscotti, una cosa veloce che conforta subito, che è immediata. NO!

Ti mette alla prova.

Innanzitutto devi tagliare le cipolle . E in effetti questa secondo me è la parte più terapeutica di tutta l’operazione. Perchè se sei molto arrabbiato, molto triste, molto stanco, molto stressato, puoi finalmente lasciarti andare e piangere. Non importa se in giro per casa c’è qualcun altro, la cipolla ci garantisce totale libertà di lacrima fornendoci un alibi di ferro.

Una volta passato il momento dello sfogo, arriva quello della pazienza .

Perchè a zuppa di cipolle cuoce lentamente… mooolto lentamente. Una lentezza estrema,

Che ti invita alla meditazione, e al ricordo. Che aiuta a far sbollire l’animo mentre la zuppa sobbolle, che predispone al consumo serale del pasto con una miglior animo.

E poi c’è la vera parte comfort. La gustate. Sentite la dolcezza della cipolla che si è fatta morbida, quasi sfatta. Il gusto ancora appena appena acre che si stempera nel brodo bollente raccolto con il pane croccante. Il gusto pieno del formaggio e della salvia che arricchisce un piatto che sembra povero, ma è ricco di tempo e segreti.

Un cucchiaio alla volta lo stomaco si scalderà, la mente diventerà leggera, i nemici delle lilliacee si allontaneranno e vi lasceranno godere della serata.

Insomma, siete ancora qui ?

Io ammetto di aver solo chiesto una mano al mio Fresh Express Moulinex per il taglio delle cipolle: in un attimo erano perfettamente e finemente affettate 8 grosse cipolle bianche ( ma ho pianto lo stesso lo ammetto). E poi ho lasciato fare al tempo…

zuppa di cipolle zuppa di cipolle

 

Zuppa di cipolle, si fa presto a dire comfort food
 
Preparata da:
Ingredienti
  • 8 cipolle bianche o miste, scegli tu . Io le preferisco tutte di un colore, per una mia forma mentis:D
  • 3 piccoli porri
  • un rametto di salvia
  • circa 5 cucchiai di olio evo
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • brodo vegetale qb
  • un cucchiaio di amido di mais
  • sale e pepe
  • per i crostini
  • pane che abbia qualche giorno, meglio se fatto da voi.
  • circa 50 g di formaggio tipo fontina o altro formaggio grasso di malga
Preparazione
  1. Ricetta:
  2. Affetta le cipolle, gli scalogni e il porro finemente. In una pentola capiente versa l'olio e versa le cipolle a stufare: abbassate il fuoco e lasciate che appassiscano dolcemente e lentamente, fino a ridurre di circa la metà il loro volume .
  3. Ora coprite le verdure con il brodo ( o con l'acqua bollente in mancanza di brodo), unite la salvia, spolverizzate l'amido di mais nella pentola e mescolate. Cuocete a fuoco lentissimo. Ci vorrà tempo fino a che le cipolle saranno dorate e quasi sfatte, morbide e profumate dello stesso profumo che vi riempirà casa.In questo tempo, se necessario, unite un po' di brodo ancora.
  4. Unite a questo punto anche lo zucchero, alzate appena la fiamma, las.ciate caramellare. Aggiustate di sale e pepe.
  5. Intanto affettate il pane, distribuitevi sopra il formaggio grattugiato e passatelo pochissimi istanti sotto il grill del forno scaldato a 200°C .
  6. Servite tutto bollente, a prova di ustione.
Commenti?