Quasi un pesto alla trapanese…

ob_517aec_9560338757-d4c72191cc-c-jpg ob_8626bd_9560337057-f2ac450b2f-z-jpg

Quasi, nel senso che no, non ho pestato. Ho frullato biecamente tutto quanto per aver una buona cena rapidamente. Tutto a crudo, è un attimo e il piatto che ne esce, casomai non lo conosceste, è un caleidoscopio di sapori.

Quasi nel senso che ho usato volontariamente mandorle con la buccia, che hanno un sapore più pieno, più rustico, più graffiante.E anche perchè levargliela è semplice ma noioso. Invece la signora della gialla spezia dice di usare quelle lisce sbucciate e io chi ha ragione davvero non lo so, so quel che piace a me.

Quasi perchè il basilico che ho usato è quello greco, piccino, che ormai pianto ogni anno, pieno di profumo.

Quasi nel senso che alla fine io a Trapani non ci son mai stata, non ho il loro formaggio, non ho sentito i loro profumi e a questo condimento manca di sicuro l’impronta atavica del mare, che permea tutto quello che gli sta intorno con la propria salinità che viene da lontano.Insomma.

Un pesto quasi perfetto. ob_a9b8de_9560325751-8b524a387a-z-jpg Ma proprio perchè sto imparando a rinunciare all’ambizione della perfezione, il mio pesto trapanese. (Ma fatemi una cortesia, provatelo. Che ci si mette moooolto meno a fare questo che ad aprire il vasetto di quello pronto, daje! E la soddisfazione è moooolta di più)

Linguine con pesto alla trapanese a modo mio

Tempo: 15 minuti

Difficoltà: facile

Numero porzioni: 4

Occasione: cena veloce ma buona 😀

Prepara

300 g di pomodorini

uno spicchio di aglio

un mazzetto di basilico

circa 80 g di mandorle con la buccia

3 cucchiai di pecorino grattugiato

olio evo 4 cucchiai

320 g di linguine

sale

Ti serviranno anche:

Un frullatore a immersione , una ciotola , una pentola capace , una grattugia

Ricetta:

Mettete l’acqua della pasta a bollire, e alle prime bolle salatela e buttate le linguine.

 

Intanto in acqua bollente tuffare i pomodorini cui avrete inciso una piccola croce sul fondo. Lasciateli per un paio di minuti e poi pelateli. In un contenitore a bordi alti versate i pomodori, l’aglio , il basilico  e le mandorle e cominciate a frullare fino ad avere una crema densa. Unite i cucchiai di olio e muovete dall’alto verso il basso il frullatore per ottenere un’emulsione. Aggiungete anche il pecorino, mescolate con un cucchiaio, aggiustate di sale .

Condire la pasta scolata al dente e servire.

Quasi un pesto alla trapanese...
Commenti?