Briochine di farro, cannella e nocciole

Briochine con farro, ripiene di nocciole e cannella
La mattina è dura, durissima. Lo so che vi ho parlato taaaante volte delle colazioni, e di quanto mi piaccia questo momento della giornata, ma in questo periodo dell’anno per me alzarmi è sempre più complicato.
Io stessa ho poco da dire .. è un momento stanco, in cui il tempo sembra non bastare mai, e gli interessi , insieme alle cose da fare, paion invece moltiplicarsi di minuto in minuto.
Non capisco se sia colpa della primavera, o  se siano i 10 mesi di sonno a singhiozzo a farsi sentire… Di fatto, se riesco ad avere qualcosa di buono con cui cominciare la giornata, allora metto il piede fuori dal letto più volentieri:D
E poi c’è la mia Ernestina che mi da tanta soddisfazione, e mi fa venire voglia di fare continui esperimenti..c’è Ciucciolo che vuole assaggiare sempre cose nuove ( quasi sempre:D, in verità siamo in fase pasta al pomodoro forever  per quanto riguarda il pranzo ) , c’è il marito che ha ancor più bisogno di me di un buon motivo per alzarsi… insomma, c’è poco da fare, ci vuole qualcosa di dolce e piacevole da gustare , altrimenti si resta a poltrire sotto il piumone!
Per questo ho ripreso la farina di farro e ho creato qualcosa di nuovo, dopo le girelle. Queste briochine sono morbidissime, merito forse dello yogurt e della lunga lievitazione, e profumatissime!! Grazie alla cannella, alla spruzzatina di zenzero, quasi fossero un pain d’epices, e soprattutto per merito del ripieno, fatto di nocciole, cannella –again– e un po’ di zucchero.
Qui son sparite come fossero cioccolatini, apprezzate da tutta la famiglia, nonni compresi!
Le provate anche voi ? ( e fatela qualche volta ‘na ricetta : ) )
Briochine con farro, ripiene di nocciole e cannella
Briochine di farro con nocciole e cannella
Per l’impasto di circa 20 brioche piccole o 12 grandi

  • 300 g farina di farro bianca
  • 200 g manitoba
  • 260 g yogurt bianco
  • mezzo cucchiaino di cannella
  • mezzo cucchiaino di zenzero
  • un punta di chiodi di garofano tritati  ( o in alternatva a tutte le spezie, un cucchiaio di spezie per pain d’epices )
  • 50 g burro
  • 150 g zucchero dulcita
  • 2 uova piccole ( se sono grandi fate un uovo e un tuorlo)
  • 150 g pasta madre solida a tre ore dal rinfresco

per il ripieno

  • 200 g di nocciole tostate e pelate
  • un cucchiaino di cannella
  • 3 cucchiai di zucchero dulcita
  • fiocchi d’avena per la copertura

Miscelare le due farine e le spezie e metterle nella ciotola della planetaria ( o in una ciotola se lavori a mano) .
Unire la pasta madre a pezzetti e azionare perchè si sbricioli e si misceli alle farine. Unire lo yogurt, le due uova e cominciate ad impastare. Quando comincerà ad incordare, unire anche lo zucchero e lasciar lavorare. Unire infine anche il burro morbido e lasciar incordare , fino ad avere un impasto morbido e liscio, setoso.
Mettere a lievitare in un luogo caldo fino al raddoppio. Io a questo punto ho messo tutto in frigo fino ala mattina dopo, in modo da poter dormire, e da dar tempo all’impasto di maturare e profumarsi. Se volete invece potete procedere subito con la formatura delle briochine.
prima preparate il ripieno frullando per 5/6 minuti le nocciole con la cannella, fino a che non diventeranno una crema. A questo punto unire anche lo zucchero.
Io per dare la forma a cornetto ho steso l’impasto in un rettangolo, ho tagliato dei triangoli , li ho farciti e li ho avvolti su loro stessi, partendo dal lato lungo.
Mettere di nuovo a lievitare fino al raddoppio. Infornare a 180°c per circa 20 minuti, dopo averli pennellati con un po’ di latte e cosparsi con qualche fiocco d’avena.

Commenti?