Di frittatine di pasta, ricordi,cambiamenti, e sgarri…

 

Pasta fritta

 

Questa pasta riemerge con prepotenza dall’archivio, arrabbiata perchè non era mai stata postata, solo perchè non mi sembrava il caso di mostrare una foto del genere.

Me sciocca! La foto è bruttarella, ma porta con se i ricordi di una splendida giornata piena di amici e di risate…quindi merita l’onore della cronaca in queste fredde e assolate giornate invernali!

Da allora di cose ne sono cambiate molte, per tutti, lo so, e non per forza e non per tutti  in peggio… ma un po’ come questa foto, la ricetta spero arrivi a ricordare a chi c’era che in qualunque campo, quello che è stato non è mai stato inutile.

Terminato il cappello malinconico e oscuro per chi legge ( e me ne scuso) , mi prendo un attimo di tempo per parlarvi di questa bomba di sapore. Già all’occhio appare come un piatto non leggere, data la croccante crosticina dorata che avvolge questi cubetti, che avrebbero dovuto essere frittatine:) . Se poi si è curiosi e si vuole indagare sugli ingredienti prima di addentarli, sicuramente in questi tempi di ortoressia gastronomica, la ricchezza della ricetta potrebbe far inorridire qualcuno. Beh, peggio per loro.

Perché l’ideale sarebbe limitarsi a dare un morso. Uno solo a questi dadi di pasta ricchi e goduriosi , per capire che il paradiso può arrivare anche passando dalle papille gustative!:D

Ci son piatti così… il vostro sgarro concesso alla dieta (?):D , quello cui non riuscite mai a dire di no, qual è?

 

Intanto vi lascio la ricetta, presa dal sito di Gennarino, dove l’ha proposta Antonia. Ve la riporto pari pari….ma se qualche napoletano volesse fare le sue annotazioni, sarebbe ovviamente il benvenuto:D

 

“Per prepararle occorrono:
250 gr.di bucatini,
500 gr.di
besciamella,
salame
( io avevo messo prosciutto cotto),
formaggi(auricchio piccante,provola stagionata),
sale e pepe q.b.
pecorino romano grattugiato,
pane grattugiato,
olio di semi.

Lessare i bucatini molto al dente dopo averli spezzati a metà, metterli a raffreddare su un piano e tagliarli grossolanamente.

Intanto preparare la besciamella bella soda con l’aggiunta di pepe e 2 cucchiai di pecorino grattuggiato.

Tritare il salame e i formaggi, mettere tutto in una ciotola, mischiare e raffeddare in frigo (io le ho preparate la mattina e fritte la sera).

Una volta freddo mettere l’impasto in una teglia,schiacciarlo in maniera uniforme alto circa 2 cm e tagliarle con un coppapasta ricompattando l’impasto man mano che si formano i buchi. ( io , pigra, ho solo tagliato dei cubotti, pietà:D)

Al momemto di friggere, passare le frittatine prima in una pastella appena coprente preparata con acqua,farina e sale e successivamente nel pane grattugiato.

Friggere in olio profondo.”

Commenti?