Ravioli cinesi al vapore ripieni di pollo

Ravioli cinesi
Non mi capita spessissimo di andare a cena fuori, lo ammetto. Ma spesso mi trovo  a dover pranzare fuori casa, soprattutto il sabato.Ora il caso vuole che il posto dove lavoro nel fine settimana sia proprio a due passi da un prodigo ristorante cinese, che senza problemi ( furbi loro:D) fa anche consegne a domicilio all’orario richiesto per i dipendenti… il costo è basso, il cibo buono…
Ecco dipendenza. Proprio il concetto giusto per esprimere quello che mi è successo con i ravioli cinesi. Che non hanno nulla del vero cibo cinese, lo so. Che non si conosce magari bene la qualità di quello che c’è dentro, lo so. Ma non posso farci nulla. Prima ancora che la mia testa tutta abbia deciso, il mio neurone goloso ha già ordinato questi fagottini saporitissimi cotti al vapore o meglio alla piastra… ( ma per quelli alla piastra la signora mi dice sempre che ci vogliono 20 minuti e io ordino troppo tardi:D)…Mi attrae di loro la pasta lucida, che resiste leggermente al morso prima di svelare l’ignoto ripieno…
Ora, in quelli originali ci vanno la carne di maiale, e il cavolo cinese… questi invece li ho leggermente brianzolizzati e rivisitati. riempiendo i fagottini di pollo profumatissimo allo zenzero…
La gioia nel vedere nella vaporiera la pasta farsi via via traslucida, è stata inenarrabile:D…e voi quando andate al ristorante cinese, cosa scegliete di solito? Ma sopratutto…riuscite a mangiare con le bacchette? io non ce l’ho mai fatta:DD
 Ravioli cinesi
Ravioli cinesi al pollo
Per la pasta

  • 300 ml  farina
  • 250 ml circa acqua
  • amido di mais

Per il ripieno

  • 4 petti di pollo
  • una piccola cipolla rossa
  • circa 40 g di radice di zenzero
  • una carota
  • 1 cucchiaio di olio di sesamo
  • 2 cucchiai di salsa di soya
  • 1 cucchiaio di aceto di riso ( se manca, mette un cucchiaino di aceto bianco)
  • poco sale

Preparare la pasta aggiungendo l’acqua alla farina poco a poco e impastando fino ad ottenere una palla ben liscia ed elastica ( attenti, potrebbe non servire tutta l’acqua, soprattutto in questa stagione, con l’umidità molto alta). Lasciare riposare .
Intanto in un mixer frullate la cipolla,la carota e lo zenzero. Mettete tutto in una terrina e frullate anchei petti di pollo, che poi unirete alle verdure.Aggiungete anche la salsa di soya, l’olio e l’aceto e lasciate riposare per circa 30 minuti almeno .
Cominciate a formare i ravioli : prendete una pallina di pasta, appiattitela sul tavolo coperto di amido di mais, schiacciatela a forma di dischetto, cercando di tirarla abbastanza sottile , ponete un po’ del ripieno al centro e chiudeteli cercando di formare un cordoncino all’estremità. Io li ho fatti piuttosto grandi e ne sono venuti circa 25. ( e son venuti bruttarelli.mi sono ricordata solo dopo di avere anche quell’attrezzino mai usato per chiudere i ravioli, che avrebbe probabilmente assicurato un risultato esteticamente migliore!)
Coprire il fondo del cestello a vapore con foglie di lattuga o di cavolo, e cuocere per circa 12 minuti i ravioli, sopra l’acqua in ebollizione: vi renderete conto che sono pronti perché la pasta assumerà il classico colore e l’aspetto traslucido.Servite con salsa agrodolce e salsa di soya.

edit:scusate ma ho dovuto ricaricare il post per un problema sul server.perdonate la discrepanza tra gli orari..

Commenti?