Torta morbidocremosa lamponi, pistacchi…certe debolezze!

Impasto morbidocremosa
Quando devo assolutamente distrarmi preparo un dolce. Anche quando poi non ho voglia di mangiarlo, anche se devo ammettere che questa è un’evenienza veramente veramente rara…
Quando ho bisogno di volermi bene, mi tuffo nella dolcezza degli zuccheri,amalgamo mandorle e cioccolato, burro e zucchero, frutta e farina e mi lascio guidare dai profumi per pregustare i sapori che usciranno dal forno…
Quando voglio coccolare qualcuno recupero dalla dispensa zucchero e uova. La cura che metto nello scegliere e mescolare tra loro gli ingredienti mi pare si trasferisca un po’ anche a chi assaggerà la torta, ed è il mio modo, da persona schiva quale sono, per dimostrare quanto tenga a chi ospito…
Quando c’è qualcosa di bello da festeggiare, non può certo mancare una torta.O una panna cotta,o qualunque altra pietanza zuccherosa, che richiami alla mente le paste di papà, quelle che comprava ogni tanto la domenica, che ci fosse una festa reale, o che ci si inventasse un motivo per essere felici insieme.
A dire il vero ora che ci penso, anche semplicemente quando devo svuotare il frigorifero da rimasugli di panna, uova o latte, il primo pensiero vola sempre al dolce…
mi vien quasi da dedurre che per me ogni occasione sia buona per tuffarmi nella morbida magia di  zucchero e farina:D
Morbidacremosa pistacchi, lamponi e meringhe
Intanto che mi raccontate, se vi va, la vostra debolezza culinaria, come la mia per i dolci, preparate questa torta.Il caldo ancora permette l’uso del forno, e non ve ne pentirete.Perché il sapore deciso dei pistacchi, ben calibrato dall’acidità leggera e tutta estiva dei lamponi, viene mitigato dalle meringhe, che messe DENTRO la torta, e non solo sopra, regalano al dolce una sofficità e una consistenza aerea e quasi cremosa, che non avevo mai assaggiato!
Il solo limite di  questa preparazione, è la conservazione: con il caldo e l’umidità le meringhe finiscono con lo sciogliersi..ma se conservato in pellicola trasparente in frigorifero vi aspetterà per un paio di giorni senza problemi, al vostro ritorno a casa, la sera..quando anche voi cercherete una scusa per un pezzetto di dolcezza!:D
Il bianco e il rosso

Morbidocremosa pistacchi, meringa e lamponi

  • 5 cucchiai di panna
  • 1 cucchiaio di estratto di vaniglia
  • 220 g farina setacciata
  • 100 g farina di pistacchi setacciata
  • 1 cucchiaio da tavola di lievito
  • 200 g zucchero
  • 175 g burro morbido
  • 5 uova
  • 1 cestino di lamponi ( 150 g)
  • una decina di piccole meringhe
  • zucchero a velo

Uno stampo quadrato da 23 cm di lato.
Mentre il forno di scalda a 160°C (eddai, è ancora sopportabile il caldo:D), imburra per bene lo stampo quadrato.
Mescola tra loro le farine e il lievito e mettile da parte. Intanto monta le uova intere con lo zucchero, fino a che saranno ben gonfie e spumose, con le fruste elettriche ci vorranno almeno 5 minuti.Aggiungi la panna e mescola.  Unisci ora poco a poco anche il burro morbido, l’estratto di vaniglia e per ultimo il mix di farine. Aggiungi anche 6-7 delle meringhette sbriciolate e i lamponi, versa nella teglia che avevi preparato. Cospargi la superficie del dolce con le altre meringhe rimaste, e inforna per circa40 minuti, facendo attenzione che la superficie del dolce non scurisca troppo.Se questo dovesse accadere, sai già che dovrai coprire la teglia con un foglio di carta alluminio!
Spegni il forno, lascia riposare la torta per una ventina di minuti e poi sformala. Falla raffreddare, coprila con zucchero a velo, eventualmente se ti piace sbriciolaci sopra ancora un po’ di meringhe, e gusta!:D

Commenti?