Semifreddo pigro alla vaniglia..ma pigro eh…

Semifreddo alla vaniglia
Si sta bene sul mio terrazzo. La prima cosa che vedo uscendo è una pianta enorme, secolare, che sta nel giardino del mio vicino, e che si protende verso il mio balcone, con le sue foglie verdi e fruscianti ad ogni soffio di vento.
Allora al tramonto la cosa più piacevole da fare è sempre girare la sedia a dondolo, sedercisi e lasciarsi cullare guardando il cielo ancora azzurro che spunta tra le fronde dell’alberone, che sta li da chissà quanto tempo e chissà quante ne avrà viste.Magari farlo gustandosi a occhi chiusi un bel gelato…
Questo nel mondo perfetto. Nel mondo reale resta tutto. La pianta ( che è splendida davvero, anche perchè sta dall’altra parte della rete, quindi la gestisce il vicino:D), il balcone, anche il gelato.
Ma la sedia a dondolo è una sola e io ho un marito che adora oziare:D . Avete presente quelli che starebbero anche un pomeriggio intero a non far nulla, che si alzerebbero la domenica a mezzogiorno e che sono del partito che ritiene che ogni tanto bisogna anche riposarsi, che non si può sempre pensare a questo o a quell’altro, che bisogna spegnere la mente e anche chiudere la bocca?:D
Ecco. Mettetelo da parte a una che non riesce a star ferma,che non stacca mai il cervello, che non sa starsene a far niente per troppo tempo, che ha bisogno di avere sempre la testa impegnata e di parlare, parlare, esternare…
Voi ne conoscete di soggetti simili?:D Anche nella vostra coppia i “ruoli”impliciti sono questi? Mi sto cominciando a chiedere se il gene della domenica-pigra-senza-far-niente non sia per caso implicito nella Y 😀
Secondo voi, come finisce il quadretto?
Bravi! io in cucina:D e lui che occupa la sedia:DDD..
Semifreddo alla vaniglia
Ah! si , il gelato. Quello l’avevo detto, rimane.

E’ un semifreddo in realtà, senza gelatiera.tanta panna, un po’ di zucchero e il cioccolato sopra. La ricetta l’ho trovata tra quelle che erano nella confezione degli stampi,e l’ho preparata come ogni mercoledì anche per il blog di VillaMontesiro.

150 ml panna
20 ml acqua
50 g zucchero
50 ml panna montata

circa 70 g cioccolato per decorare

Scaldare panna , acqua e zucchero, portare a bollore e far raffreddare. Mescolare poi per bene la panna montata, avendo cura di incorporarla bene per evitare che rassodandosi, la parte ariosa si separi dalla parte liquida.Mettere nello stampo e lasciare in freezer tutta notte. Il giorno dopo decorare con il cioccolato fuso lasciandolo cadere da una forchetta.

Per questo post ho utilizzato prodotti Silikomart che mi sono stati inviati in prova gratuita dall’azienda

Commenti?