Ti riciclo il panettone 2. S.Valentino:l’ho detestato per 29 anni…

Cuori
Ho passato 29 anni a dire che detestavo S.Valentino.

Che è una festa del cavolo, che è un modo per vendere i cioccolatini, che non ci si deve ricordare del proprio amore solo perché lo scrivono i fioristi delle vetrine, che bisogna festeggiare ogni giorno insieme.
Sante parole, lo so, son saggia:D  e modesta 😀 e snob. E non del tutto sincera.


Perché poi rosicavo ai tempi del liceo quando usciva la copia del giornale locale con i tremila “messaggi per il tuo innamorato”, le dichiarazioni malcelate sotto improbabili pseudonimi dei compagni della classe di fianco, e per me non c’era mai niente.

Perché l’avrei sempre voluta trovare la rosa sul banco la mattina di S.Valentino.

Perché da fidanzati ho sempre odiato che Luca prendesse alla lettera il mio “ma no dai, cosa ci sarà da festeggiare?”. Era EVIDENTE che volessi dire il contrario … ehm…no?:D

E anche ora il sogno è comunque che lui si trasformi in principe azzurro e mi porti via sulla sua carrozza (trainata da Sally e Vianne con la gatta cocchiere, çavasansdire…).. che ci posso fare, Pretty Woman ha rovinato una generazione peggio che Cenerentola…

Perché è vero che l’amore va festeggiato tutti i giorni. Ma provare  a ricordarselo tra la lavastoviglie da sistemare, le beghe da risolvere, la stanchezza e le tensioni diventa complicato. E allora questo diventa di fatto un pretesto.

Daaaiiii…ammettetelo…facciamo insieme questo outing, diciamocelo che ad essere romantiche non c’è niente di male… :), e che ogni occasione, anche la commercialissima S.Valentino, è buona…


E allora quest’anno mi conformo. E festeggio.A modo mio, che non so ancora quale sia.Ma comincio a prepararmi facendo cuori con ogni materiale:D
Anche con la pasta. E con il panettone  ( s’ha da fini’:D) e l’arancia. E li riempio di dolcezza.Se la torta di ieri era buona, questi lo sono altrettanto, forse di più…

Per la pasta dei raviolini a cuore ( per circa 12 ravioli fritti)

Ridurre in briciole fini con il frullatore il panettone e poi impastare tutto come se steste facendo la pasta. Stenderla , riempirla con il ripieno, formare dei cuoricini e friggere in olio bollente .
Cospargere di zucchero a velo e servire.

Come li ho riempiti io? Guardate qui… l’ispirazione è quasi sicula..:D ( e da oggi se fate un’ ordine sull’e-commerce cucina in casa, inserendo il codice che trovate qui di fianco avrete un piccolo sconto aggiuntivo!)

e se poi volete leggere qualche altro mio vaneggiamento, andate qui  e dite cosa ne pensate:D

Commenti?