Nuovo contest: metti l’Artusi in pentola a pressione!

Eccoci! Ve l’avevo detto che presto sarebbe tornato un nuovo contest con un premio bellissimo!

banner-lagostina
E lo so che di contest ce ne sono tanti, ma quanti pasti ci sono da qui al 4 aprile da preparare?:D
contest Questa volta vi chiedo di mettervi alla prova con la pentola a pressione.
Si dai, so che in molti la usate, so anche che qualcuno un po’ la teme, ma la nuova Acticook che  Lagostina mi ha chiesto di provare non può spaventare nessuno. E’ semplice da usare, ancora più veloce delle classiche pentole a pressione, più comoda grazie al timer che ci avverte quando abbassare la fiamma e quando spegnere e soprattutto è sicurissima, quindi … volete sapere cosa bisogna fare per averne una?


Giocare.


Questa volta vi invito a giocare. Senza avere l’intento di mancare di rispetto alla Bibbia della tradizione culinaria italiana, sia chiaro. Ma per riscoprire un po’ le basi della nostra tradizione, facciamolo.
Mettiamo l’Artusi in pentola a pressione!:D Insomma, quello che vi chiedo è di spulciare la vostra copia del sacro testo (non ne avete una? eh va beh, lo potete leggere on line:D ) e di rifare una delle sue ricette,usando in almeno uno dei passaggi, la pentola a pressione.

Che ne dite? VI aspetto?

Le regole son sempre le stesse

Da oggi fino al 4 aprile avete tempo per preparare una ricetta, postarla sul vostro blog ( di qualunque genere sia il blog!), su Facebook o su Flickr (in qualunque posto della rete insomma) o inviarla al mio indirizzo di posta genny@alcibocommestibile.com
Nel post ( o nella mail ) dovranno esserci la foto, la ricetta con indicazione del numero o del titolo della ricetta originale di Pellegrino Artusi cui ci si è ispirati (quindi valgono ricette che prevedano variazioni dall’originale), il banner e i link a questo post .
Non vi preoccupate se altri faranno la vostra stessa ricetta!:D Ognuno poi la presenterà a suo modo e anche questo dovrà colpire i “giurati”.
Si puo’ partecipare anche con piu’ di una ricetta, pubblicata però da oggi fino al termine del contest!
A giudicare le ricette sulla base di quanto ci fan venire l’acquolina in bocca:) sarà un composta da me , Elga* , e StefaniaJuls . Se poi vi andasse di aiutarmi a passare parola, sapete che è sempre cosa ben accetta!(grazie grazie!:) )
E il vincitore riceverà una nuovissima Acticook Lagostina da 6 litri come premio…e dopo la pentola a pressione sarà ancora più un gioco da ragazzi!
Che aspettate?:D al lavoro!

 

edit 4/4/2011 Elga in seguito alla chiusura del suo blog, non esprimerà la sua preferenza.

1.Ricetta di Valentina Carron : adattamento della ricetta 551 Maiale arrostito nel latte.
ARISTA DI MAIALE IN PENTOLA A PRESSIONEMaiale all'arancio di Valentina Carron

  • Un pezzo di arista di maiale (1 chilo)
  • Succo di due arance e di un limone
  • Rosmarino
  • Sale
  • Mezza cipolla
  • Olio

Spremere le due arance e il limone e mettere a marinare la carne cruda un paio d’ore prima di cuocerla.
Prendere la pentola a pressione, irrorarla col l’olio e far soffriggere dolcemente mezza cipolla affettata: quando sarà imbiondita adagiare la carne con tutto il succo , il sale e un rametto di rosmarino.
Farla rosolare da tutti i lati e poi chiudere la pentola a pressione: calcolare mezz’ora da quando inizia a fischiare, poi spegnere il fuoco, aprire il coperchio e girare l’arista sull’altro lato, chiudere a far cuocere un’altra mezz’ora.
Far raffreddare, poi tagliare a fettine con un coltello affilato in modo da non rovinarle, porle su una pirofila, bagnarle bene con il sugo formatosi sul fondo della pentola a pressione e passare in forno caldo in modo che si rosoli per bene prendendo un colore dorato.
Servire caldo.

2. Stefania con La zuppa di fagioli 57 con castagna

3. Sonia con la sua fricassea

4. Valentina Carron risotto ai funghi 76 in pentola a pressione

Per 4 persone: Risotto ai funghi di valentina Carron

400 gr di riso
7 mestoli di brodo
Sale
Olio
Funghi porcini secchi qb
prezzemolo

Mettere a bagno i funghi porcini dopo averli lavati sotto l’acqua corrente.
Dopo un’oretta tagliarli e metterli in una casseruolina, filtrare l’acqua dell’ammollo e aggiungerla,
regolare di sale e far sobbollire dolcemente per una quindicina di minuti. A fine cottura spolverare
con prezzemolo.
Scaldare il brodo direttamente nella pentola a pressione, aggiungere i funghi con tutto il loro liquido
e quindi il riso, del sale e dare una mescolata. Chiudere il coperchio e calcolare 8 minuti da quando
inizia a fischiare.
Far sfiatare e quindi aprire il coperchio: a questo punto riaccendere il fuoco a fiamma bassa,
assaggiare x eventualmente regolare la salatura, irrorare di olio e mescolare con un cucchiaio di
legno fino a ottenere la cremosità desiderata (eventualmente mantecare con parmigiano, burro o
panna).

5. Pavelina con il suo manzo in dolceforte dal 285 originale

6. La cuochina e la marmellata di arance e zenzero

7. CARNE STUFATA  di Valentina Carron

1 kg carne di manzo (io di solito il campanello)
3 carote,
mezza cipolla,
mezza costa di sedano verde,
passata di pomodoro,
olio,
sale

Cospargere il fondo della pentola a pressione con olio, quindi far rosolare la carne un po’.
Aggiungere carota, cipolla e sedano tagliati a pezzettini, sale e la passata di pomodoro.
Chiudere la pentola a pressione e dal fischio contare circa 50 minuti.
Fare sfiatare la pentola, aprire e macinare col passaverdure le verdure, poi rimettere il sugo ottenuto
sulla carne (eventualmente aggiustare un pò l’olio), far riprendere il bollore per qualche minuto ed è
pronto.
Una volta raffreddata tagliare a fette da cospargere col sugo.

8. Baccalà  512 di  Chiara

9. la trippa di Chiara

10. La zuppa di cipolle di Lisa

11. il risotto di luby

12. Talli di rape alla fiorentina di Gaia

13. Fave fresche in stufa o scarfata di Luby

14. Risotto alla milanese e semi di papavero di Mammapapera

15. Budino al cioccolato di tery

16. Stracotto di vitella di Ilaria

17.la 495 di sfefania

18. Lesso rifatto all’italiana di  Chantilly

19. Sandwhics 114  di Cecilia

20.Budino cuor di brioche di Pinedda

21 Riso radicchio e salsiccia – ricetta originale “Risi e luganighe n. 42” di Valentina Mazzucchi

Contest artusi Valentina Mazzucchi
Riso, 300g
Salsiccia, 250g
Burro, 70g
Radicchio
Parmigiano grattugiato
Vino bianco, 1 bicchiere
Cipolla, 1
Brodo, 2 litri

Preparazione
Fate rosolare la cipolla tritata con 30g di burro, aggiungete il radicchio tagliato a listarelle e 150g di salsiccia spellata e fatta a pezzetti; dopo qualche minuto versate il riso e lasciate insaporire.
Fate poi sfumate il tutto con il vino. Quando sarà evaporato aggiungete il brodo di carne precedentermente preparato (ovviamente preparato in pentola a pressione: 500 gr carne, 1 carota, 1 patata e 1 gambo di sedano; lasciar cuocere per 30 minuti dopo il fischio): il brodo deve coprire completamente il riso; chiudete la pentola a pressione e lasciate cuocere per 8 minuti dopo il fischio.
A fine cottura unite la salsiccia rimasta tagliata a pezzetti e condite con il resto del burro e con abbondante parmigiano.
Aggiustate di sale e servite.

 

22.

Ragù di carne – ricetta originale “Sugo di carne n. 4” di valentina Mazzucchi Contest artusi Valentina Mazzucchi
400 gr carne macinata
100 gr salsiccia
50 gr mortadella
50 gr pancetta
vino rosso
1,5 lt passata di pomodoro
cipolla, carote e sedano per il soffritto
una noce di burro
sale
Preparate un trito di cipolla, carota e sedano e fatelo rosolare con il burro direttamente dentro la pentola a pressione; aggiungete la carne macinata, la salsiccia spellata e fatta a pezzetti, la pancetta e la mortadella ridotta a pezzettini piccini.
Lasciate rosolare per bene e una volta che la carne ha preso colore aggiungete del vino rosso; lasciate evaporare e poi aggiungete la passata di pomodoro.
Chiudete la pentola a pressione e lasciate cuocere per 30 minuti dopo il fischio della stessa; una volta terminata la cottura regolate di sale.

 

23.

Ricetta n.455 “CACCIUCCO” TRA TERRA E MARE di Noemi Gorletta Cacciucco di Noemi Gorletta
Ingredienti:
– pesce spada
– cicale di mare
– cozze
– vongole
– mazzancolle tropicali
– seppioline
– passata di pomodoro
– fagiolini cannellini precotti
– prezzemolo, aglio, cipolla, olio evo, rosmarino
Procedimento:
Soffriggere nella pentola a pressione olio, cipolla, aglio intero e
prezzemolo.
Quando il tutto avrà preso colore togliere l’aglio, aggiungere la passata di
pomodoro e far restringere un pochino in quanto poi sarà il pesce a rilasciare
la sua acqua, regolare di sale e pepe.
Aggiungere i fagiolini e il rosmarino, subito dopo aggiungere il pesce e per
ultimo ancora un goccio di olio evo e se vi piace un pò piccantino aggiungere
dell’altro pepe. Chiudere la pentola a pressione e dal sibilo fa cuocere 15
minuti.
Nel frattempo mettere le fette di pane o nel forno o in una pentola finché
saranno ben abbrustolite e croccanti.
Impiattare e servire con i crostini di pane!
Il pepe può essere sostituito con del peperoncino e anche la quantità varia a
seconda della piccantezza che si desidera.
La quantità degli ingredienti è in base al numero dei commensali.

24 . Il budino con la pentola a pressione di Natalia

25. Budino 667 di Ivana

26. Budino al cioccolato di Sonia

27 . Carciofi ripieni di Valeria

28.  lepre di molly

Commenti?