Quasi una Banitza.La torta della Vicina, zero fatica.

 torta-della-vicina copia

Io ho tanti vicini.

C’è Oscar che in realtà si chiama in un altro modo, ma io l’ho ribattezzato e gliel’ho pure detto , di modo che non possa sbagliarsi.Lui.:) ( ho dei problemi con i nomi:D)

C’è Fatima la vicina marocchina che mi regala il pane e che ai primi di gennaio mi ha suonato il campanello per chiedermi in prestito delle fragole …(non conosco la stagionalità marocchina di frutta e verdura, ma il mio restare basita l’ha stupita…non si capacitava di come potessi non avere fragole in casa!:D)

CI sono i VecchidellaCorte ( lo so che sembra scortese, ma se vi dicessi quel che ci combinano, pensereste che siamo anche gentili. E poi che siano anziani è un dato di fatto, esattamente come Gatto era il nostro gatto).

Ci sono i vicini rumorosi con il padre che è la copia di Papiultrà  che ora pare ( indiscrezioni) stiano tentando un piano di accerchiamento, comprando per la nonna l’appartamento adiacente al mio!(#cercounacasanuovadisperatamente)

E poi ci sono IVicini . Tutto attaccato. I primi che eroicamente, insieme a noi, hanno cominciato ad abitare queste palazzine fantasma, quelli che hanno sopportato tutto quello che è successo in questi due anni, quelli con cui dividere gli scleri al telefono e gli avanzi delle cene famigliari nei nostri improvvisati aperitivicena della domenica.

LaVicina dice di non saper cucinare.Io devo ammettere che tutto quello che ho assaggiato uscito dalla sua cucina, era piu’ che buono.Ma credo che in verità semplicemente non le piaccia stare ai fornelli.Quindi quando qualcuno le dice: porti qualcosa? lei fa questa torta salata.

Che dovrebbe essere di origine bulgara, dovrebbe essere una rivisitazione della vera e classica banitza, l’alternativa alla pizza . Quella vera si prepara con la pasta fillo , ed  è un torciglione ricco di uova e formaggio.Questa versione della Vicina è certo più pratica, con la pasta sfoglia sopra e sotto. Ma il sapore non cambia:D.

Io addirittura dimezzo le dosi e chiudo la sfoglia a mezzaluna . Per due è una cena veloce e perfetta:D

La torta salata della Vicina ( quasi una Banitza )

  • 1 confezione di pasta sfoglia (va beh lo sapete già che io la prendo pronta quasi sempre, me culpa  mea culpa!)
  • 200 g feta
  • 80 g formaggio bianco spalmabile
  • 150 g yogurt greco
  • 2 uova (tenerne da parte pochissimo per pennellare)
  • sale
  • pepe
  • una spruzzata di limone

Accendere il forno a 200°C .Mescolare tutti gli ingredienti , fino ad avere un ripieno che sarà piuttosto liquido.Mettere la sfoglia in una tortiera, disporre il ripieno su una metà della pasta sfoglia, chiudere bene (è certo più semplice usare il doppio delle dosi e due dischi di sfoglia, per evitare che il ripieno fuoriesca:D). Pennellare con un pochino di uovo tenuto da parte. Cuocere per circa 35 minuti in forno caldo, coprendo con un foglio di carta alluminio se vedete che la superficie si colora troppo.

Commenti?