Con la faccia tosta…

 

Spatzle alle castagne

Se abbiamo la ricetta degli spatzle , il merito va alla faccia tosta di mio padre.

Per un certo periodo abbiamo abbandonato le vacanze al mare, per andare in Austria. Ora, la cucina sud tirolese , che adoro, non somiglia certo a quella cui papà, schizzinoso per definizione:D, era abituato.Insomma il consommé ad aprire il pasto e le salsine che si vedeva arrivare in tavola insieme alla bistecca non erano certo cibo da vacanza per lui.Quindi cosa fa? Va in cucina, si fa amico il cuoco. Austriaco.che parla tedesco. mio padre no. manco inglese parla. Ma ,non chiedetemi come, ci riesce.E non solo si fa capire, ma lo convince addirittura a preparargli cose che gli piacciono e a inserirle nel menù della cena, a cucinarci dei funghi trovati durante una passeggiata e …a far entrare mamma in cucina per scoprire come si prepara il solo piatto austroungarico che gli sia garbato:D.

Ecco…in certi momenti la detesto quella sfacciataggine, ma ammetto che, soprattutto ultimamente, mi ritrovo spesso a pensare che se me ne fosse arrivata un po’ nel DNA, forse vivrei meglio…

Io in questo caso l’ho un po’ adattato alla stagione, aggiungendo un po’ di farina di castagne negli gnocchetti, unendo le castagne stesse e il prosciutto tirolese, affumicato e speziato con il ginepro, che io adoro.

Che ne dite? Vi piacciono? per la ricetta, vi rimando qui….

Commenti?