Come ti cucino….?

Spezie 

Io la carne non so mai come cucinarla. Non dico per tutti i giorni, li basta nella maggior parte dei casi, un saltino in padella o sulla griglia. Ma quando ho ospiti il tasto secondo piatto è dolente, dolentissimo…

Il classico arrosto mi sembra banale, per quanto buonissimo. Proporre sapori troppo particolari potrebbe far storcere il naso a qualcuno….decisamente problematico. Mi aiutate anche voI?? Quando vago sul web alla ricerca di idee trovo sempre poco…so che la carne non è fotogenica:D ma qualcuno che la cucinerà ci sarà pure no?:D

Per la cena con l’amica gourmet però ho provato questa ricettina: l’artista arista ( asso nella manica anche della mamma, che la propone ad ogni festa comandata:D) alla senape glassata con arancia e miele. Un mix di spezie e sapori  che scaldano il piatto e laccano una carne che di solito piace proprio a tutti!

Mi raccomando però, assicuratevi, se scegliete l’arista con l’osso, che il macellaio vi abbia ben separato le fette, altrimenti farete come me che al momento del taglio ho invocato ogni santo in aiuto delle mie mani e dei miei coltelli:D

L’idea per questo piatto l’ho presa dal forum di Cookaround ma la fantasia ha fatto il resto:D

 

Arista di maiale marsala senape e arancio laccata al miele

per 6 persone

  • 1,5 kg di arista
  • 150 g pancetta stesa
  • un rametto di rosmarino fresco
  • scorza e succo di 4 arance
  • 2 cucchiaini di miele ( il mio era di ciliegio, ma se l’aveste di fiori d’arancia….ça va sans dire:D)
  • un cucchiaio di semi di senape
  • sale
  • pepe nero
  • olio evo
  • uno spicchio di aglio
  • 1 bicchiere di marsala

Rivestire l’arista con la pancetta , legando sopra il rosmarino.

In un tegame per lunghe cottura, far scaldare un po’ (poco un paio di cucchiai) di olio con i semi di senape e uno spicchio di aglio. Quando sarà ben caldo togliere l’aglio perche’ non bruci e far rosolare l’arista da tutti i lati fino a che la pancetta sarà croccantina.

A questo  punto sfumare con il marsala e lasciare evaporare. Aggiungere anche il succo di 3 arance, la loro scorza , coprire e cuocere per circa 2 ore a fuoco bassissimo ( per me proprio bassissimo: sul fornello piccolo quasi al minimo, volevo la carne molto tenera…ma con i tempi regolatevi in base al vostro pezzo di carne.)

In una ciotolina stemperare il miele con il succo della restante arancia, e pennellate questa laccatura sulla carne, da tutti i lati.Spostatevi sul fornello più grande, alzate la fiamma e continuate a cuocere fino a che la superficie dell’arrosto non sia caramellata, e il sughetto un po’ ristretto.

Servire caldo con un buon pure’ di patate.

Commenti?