Confettura di susine e thè verde con gli ultimi frutti.

Confettura di susine e thè verde

Poteri della tecnologia, mentre voi leggete questa ricetta, io dovrei essere a godermi Lisbona, alla faccia dei batteri che non se ne vanno, degli antibiotici a ciclo continuo e dei malanni:)

Speriamo!:D

Sapete che quest’anno mi è presa la voglia di vincere le paure, e sto marmellatando. Non sono per nulla esperta però, tutt’altro, quindi mi è parsa la cosa migliore da fare, affidarmi ai consigli di chi lo fa anche per lavoro, cioè la mamma della Kia.

Ho preparato la sua pescaarancia, ed è meravigliosa. E il procedimento a me sembra diverso da quello che ho sempre letto in giro. L’esperta dice che lasciando riposare lo zucchero con la frutta , si favorisce la “gelificazione” della confettura… io ho seguito alla lettera, e il risultato mi è piaciuto…ma mi chiedo…

Voi la marmellata come la fate? Che metodi esistono?

Confettura di susine e thè verde

  • 2,5 kg di susine (io son stata fortunata e ho trovato le ramassin) al netto degli scarti
  • 450 g di zucchero per ogni kg di polpa cotta
  • 2 bacche di vaniglia
  • 4 bustine di thè verde
  • La buccia di una mela

Pulire la frutta, metterla in un recipiente precedentemente pesato con la buccia della mela e lasciare cuocere a fuoco bassissimo per circa due ore.

Spegnere il fuoco, Pesare la polpa (ecco perchè era meglio pesare il recipiente da vuoto, così ora basterà calcolare la tara:D)e coprire con zucchero in quantità pari alla metà del peso della polpa (io ne ho messo poco meno ma per mio gusto personale).

Unire la vaniglia (ho raschiato i semi e lasciato in infusione anche i baccelli) e le bustine di thè Lasciare riposare per qualche ora, anche tutta la notte.

Riaccendere il fuoco, portare a bollore e fare cuocere ancora un’ora circa, o fino a che non si addensa. Dopo i primi 15 minuti di cottura però, togliere le bustine di the.

Invasare in barattoli sterilizzati .

Confettura di prugne e thè verde

Commenti?