Gli scherzi della pigrizia!Di zucchine e lievito…

Questi giorni sono stati decisamente pieni…con poco spazoi per la cucina..con l’arrivo di ottobre tornano tutti gli impegni, le giornate si accorciano e anche laluce per le fotografie per di più si fa sempre più ricercare:D…
Ma invitare amici  è sempre un piacere…enorme, cui non posso rinunciare…Scegliere i piatti da cucinare per far siche tutto si incastri non è sempre semplice…Che faccio come apripancia, il mio modo preferito di chiamare gli aperitivi/antipasti?



Non la solita focaccia…quella non andava bene per la cena che avevo in mente… Però avevo proprio voglia di mettere le mani in pasta …e allo stesso tempo poco tempo da dedicare e poca voglia di stare incucina per ore…e allora che fare con il frigo mezzo vuoto, con solo due zucchine amareggiate per la lunga sosta nel cassetto e un po’ di formaggio che non manca mai ?


Allora ho cominciato a fare la pasta da pane…classicissima, 12 g lievito , 500 g farina tipo 0 , un po’ di olio,sale e circa 270 grammi di acqua…intanto che lievitava (1 oretta al calduccio) ho pensato a che fare delle zucchine …di cuocerle non avevo voglia….allora tutto tritato a julienne sottile, con uno spicchio di aglio e un po’ di timo e sale .

Quando la pasta è lievitata l’ho stesa con le mani, ho grattuggiato sopra un bel po’ di grana , messo le zucchine e ho arrotolato….
Aiutandomi con un filo , ma sarebbe andato bene anche un coltello , ho tagliato le girelle e le ho messe in una teglia tonda un po’ distaccate le une dalle altre…come una torta delle rose ma salata…
Altra mezz’oretta di lievitazione intanto che il fonro arrivava a 180 gradi, un giro di olio d’oliva sulle rose bin gonfie e ancora una bella grattuggiata di grana e poi dentro al calduccio per 30 minuti +5 minuti finali con il grill…
Ho sfornato giusto prima che arrivassero gli ospiti….giusto il tempo che serviva per la foto:D
Ah! la ricetta si è scritta da sè…manca il titolo…Girelle pigre di zucchine e grana:DDD

Che ne dite?


Prima di salutarvi una segnalazione…in questi tre giorni mi è successo  davvero tante volte di ritrovare con piacere persone legate al passato..quegli incontri imprevisti , quelle casualità che ti salvan la giornata e ti fanno ripensare con malinconia al tempo che è stato e a come avrebbe potuto essere se….
Uno di questi incontri è venuto da Facebook, con un’amica che non sentivo da tempo, che mi scova e mi chiede “Ma anche tu foodblogger?”….e in un click scopro che da tempo leggiamo gli stesi blog, gurdiamo le stesse foto, proviamo anche qualche ricetta simile…e non lo sapevamo…


Allora se non la conoscete,”la presento” anche a voi miei “27”manzoniani amici(che magari la conoscete già:))e ne approfitto anche per ringraziarvi..che ogni commento che mi lasciate non sapete quanto mi possa far piacere…e vado a leggermi cosa faceva lei quando io non battevo ancora i tasti :D…

Commenti?