Avete mai mangiato un profumo?Di una patata che si fa bella..

é arrivato l’inverno. O forse no.ma il freddo è arrivato di sicuro….I cuccioli devono stare in casa ( non ho una reggia…otto cuccioli in giro per casa….ho già paura!!) , noi abbiamo tirato fuori le copertine di pile ( santissima Ikea!!),il piumone pesante ha coperto il letto  e la sera ci si lascia cullare volentieri da una zuppa….Calda, setosa al palato , accarezza l’esofago e ti riempie di calore proprio dal di dentro….senza fatica…una coccola per il corpo e lo spirito….un perfetto comfort food…magari da sorbire da una tazza sul divano di fornte alla tv…
ecco no magari di fronte alla tv no, che senno’ si rovina tutta la poesia..:D


Però c’è zuppa e zuppa…crema e crema..questa è…un profumo.
Avete mai mangiato un profumo?



Io fino a ieri mai …e rischiavo pure di non mangiarlo che il motore del mio minipimer ( il falciatore di dita, proprio lui!) ha dato forfait sul più bello….però la mia vicina carissima mi ha salvato e ho potuto assaggiare un profumo fantastico..di mandorla, vaniglia, un po’ di chiodo di garofano….


L’idea di questa preparazione mi è nata vedendo il Gaspacho di patate sul librino Selenella ….
Però insomma,lo sapete , le zuppe fredde non le mao..allora ho fatto di testa mia…patate, fava tonka, vaniglia, pane e mandorle…provatela…


Una coccola ogni tanto bisogna regalarsela?

Zuppa di patate con mandorle e vaniglia

Circa un mezzo kilo di patate
latte  intero q.b.
acqua q.b.
un baccello di vaniglia
una fetta di pane (io l’ho usata integrale)
olio oliva 
sale
fava tonka
agli 1 spicchio ( o mezzo se non piace, ma non toglietelo del tutto….)
1 cucchiaio raso di farina di mandorle


Tagliare a pazzetti le patate e metterle in una pentola con un filo di olio.Coprirle con latte e acqua in parti uguali , unire l’aglio e il baccello di vaniglia a perto a metà d cui avrete raschiato i semini .
Lascaire cuocere circa 20 minuti, fino a che le patate saranno morbide.Togliete il baccello di vaniglia e unite la fetta di pane e passate tutto al minipimer (*).Unire un cucchiaio bello colmo di farina di mandorle, salate e grattuggiate sopra un po’ di fava tonka…

Poi divano, copertina..e coccole!:D

*Frullare le patate in genere non mi piace.Si libera l’amido e si ottiene un composto un po’ colloso..in questo caso invece credo proprio che la frullatura conferisca quella consistenza nappante che , per me, rende la zuppa più appetitosa.
Poi un momentino….ne approfitto per ricordarvi che tra due settimane scade il termine per postare la vostra ricettina con prodotto DOP o IGP  ..Non vorrete perdervi la possibilità di vincere uno dei generosi buoni offerti da la compagnia del cavatappi vero ??
Aspetto le vostre ricettine!!

Commenti?