Il panello con l’uva della Kia…

schiaccia-2
Io non son toscana.Quindi nessuna volontà di narrare una ricetta unica e originale.

Ma mi piace sperimentare.
Ho visto in giro per il blog, insieme all’arrossarsi dell’uva sui tralci, un fiorire di ricette di focaccia dolce con questi acini succosi…ma son sincera, non credevo di provare a farla….
Fino a che l’altro giorno sono in chat con la Kia , che mi dice…
“Ma hai mai provato il panello con l’uva?”
G “ma è come la focaccia toscana?”
K ” no , non , questo è diverso , la mia mamma lo fa…..”
E comincia a raccontare di una mamma (la stessa che ha questo negozio!) che impasta, poi aspetta, reimpasta aggiungendo ingredienti , lascia lievitare e cuoce una focaccia succosa e dolce….
Come si fa a resistere?
Unico vero problema …nessun dosaggio…Kia mi da la ricetta…a spanne…ma intanto l’uva era pronta a casa, recuperata direttamente dal vigneto , non potevo aspettare…ho provato!
Il risultato è stata una focaccia morbida e profumatissima, succosissima…avrei solo dovuto osare, a mio parere, con più uva all’interno…ma ci sono altri grappoli in frigo..direi che presto potrebbero essere infornati!:D
Spulciando poi tra le varie proposte degli altri foodblogger, la ricetta più simile a questo Panello che ho trovato è forse quella di Jul’s ..una pasta che comunque è neutra e l’uva coperta da un secondo strato di pane…mentre il fatto che anche la mamma di Kia usasse l’anice, la avvicina a questa di Paoletta….e poi c’è anche quella di Elga, che è quella di Cindy , e quella di Sigrid
 
Panello con l’uva
500 grammi di farina 0
15 grammi di lievito di birra
250 g circa di acqua (o volendo sostituire parte dell’acqua con il latte)
poco sale
1 cucchiaino di zucchero
circa 70 grammi di burro
3 grappoli di uva da vino (Kia mi ha detto..dimenticati l’uva fragola, è l’uva da vino che ci vuole!!)
zucchero qualche cucchiaio
anice in semi
Preparare la pasta di pane unendo farina, acqua tiepida in cui avrete sciolto lo zucchero e il lievito e il sale.Lasciar lievitare per un’oretta, poi sgonfiatela e unite i semi di anice.
Dividere la pasta in due strati e stenderla in una teglia .
Coprire bene e abbondantemente il primo strato di uva e sopra agli acini, qualche cucchiaio di zucchero ( 2 o 3 non molti )e qualche fiocchetto di burro.
Mettere il secondo strato di pasta e disseminare qualche chicco d’uva e anche qui zucchero e fiocchetti di burro. Lasciare lievitare per 45 minuti e cuocere inforno caldo per circa 30 minuti ( 180 gradi statico ho fatto io…)
(il burro sciogliendosi ocn lo zucchero e il succo dell’uva farà un sughetto che si insinuerà in tutta la focaccia….inenarrabile..)

 

 

Commenti?