Ravioloni di grano saraceno ripieno di ortica…

Qui la cappa d’afa che ci ha avvolti per qualche tempo , è praticamente scomparsa…ora il clima è piacevole, il cielo un po’ bigio lascia presagire i primi sentori di autunno , la pioggia scende a sprazzi e viene voglia quasi di cominciare a tirar fuori le magliette con le maniche …a tre quarti! per quelle lunghe c’è ancora te mpo!:D
Però almeno vi posso presentare questa ricettina preparata qualche tempo fa con le ortiche, alimento che ho scoeprto da poco e mi piace un sacco, e il grano saraceno, sempre lui…(prima o poi lo finisco , tranquille!)
Cercavo un modo per unire questi due sapori, il docle delle ortiche e il rustico della sfoglia marrone preparata con questo tanto amato grano…e così sono nati questi tortelloni….
Il condimento che ho usato non è leggerissimo, lo ammetto , ma almeno aggiunge la sapidità che serve, lasciando comunque spazio al sapore delicato delle erbe….
Che ne pensate?

Ravioloni di grano saraceno ripieni di ortiche e crescenza
per due persone
100 grammi di farina di grano saraceno
100 grammi di semola
(se non piace l’idea di un impasto troppo “ruvido” , usare solo 50 grammi di saraceno o 150 di farina,…questo in effetti è molto “spesso”, ma qui va proprio a gusti..noi siamo abituati ai pizzoccheri….)
acqua q.b.
Formare un impasto e lasciarlo riposare per almeno 30 minuti .
Intanto prepare il ripieno.
Una manciata di cimette di ortiche (non le avevo pesate)
circa 150 grammi di crescenza
sale
pepe
Condimento
burro q.b
Pancetta dolce stesa circa 80 grammi
grana a piacere
Scottare le ortiche mondate e pulite, in acqua bollente per pochi minuti ,scolarle, strizzarle un po’, poi triturarle a coltello, in maniera non troppo omogenea.Unire la crescenza , sale e pepe e mescolare fino ad ottenere una bella crema verde, non troppo asciutta(regolatevi con la quantità di crescenza, perchè dipende molto anche dall’umidità delle ortiche).A piacere aggiungere un cucchiaio di formaggio Grana non troppo stagionato.
Formare i ravioloni : con un bicchiere da acqua o un coppapasta non troppo piccolo, tagliare la sfoglia stesa a uno spessore di 3mm , porre al centro un cucchiaio di ripieno e sigillare bene i bordi aiutandosi con una forchetta. Se li fate grandi come me , basteranno tre ravioloni a persona, gli altri li potete congelare.
Far bollire l’acqua e gettare la pasta, far cuocere per 4-5 minuti.Scolare e far saltare in una padella dove avrete rosolato in una noce di burro qualche cubetto di pancetta dolce stesa e qualche foglia di salvia.
Mangiare caldissimi.
Adesso si puo’ no?

Commenti?