L’ultima pasta d’estate…

In una piacevole serata d’estate siamo stati al nostro ristorante preferito con inostri genitori e i genitori in seconda:D,nonchè testimone di nozze..

In questo Agriturismo fantastico (Il mercante , di Piona-Colico, posto verace che se siete da quelle parti vi consiglio vivamente di visitare) funziona così: si scelgono tre primi e questi vengono portati in dosi per tutti i commensali….
Avendo al tavolo degli scettici alimentari per natura, le bocche si son storte parecchio quando io e Simona abbiamo deciso di prendere la pasta con i frutti di bosco….
Peccato che poi quando il piatto è arrivato , sia stato il primo a scuotarsi…:D
Buonissima e avvolgente con una nota acidula e dolce data dai mirtilli e dalle fragole, a questa pasta mancava qualcosina….allora l’ho rifatta, ho provato e pensato…e l’ho fatta divenntare..una torta…:D
Anche questo formato di pasta ha una storia….sono strascinti d’orzo che mi ha portato la mia Monimo’ l’ultima volta che è stata qui…tipici del Salento….mi son fatta allora raccontare anche il sugo tipico..ma ha vinto la pigrizia….e ho deciso che quello aspetto che me lo prepari lei!:DDD

Per 5 persone

500 grammi di pasta d’orzo o integrale(fresca o secca, ma meglio un formato simile agli strascinati o alle trofie)
125 grammi di mirtilli freschi
150 grammi di fragoline
un mazzetto di menta
un’idea di scorza di limone ( pochissima…se no è esagerato)
250 grammi di ricotta freschissima ( o di robiola se preferite un sapore ancora più cremoso..)
sale
una noce di burro
Semplicemente, mentre l’acqua bolle mettere in un tegame i frutti di bosco mondati e tagliati con una noce di burro e lasciarli scaldare senza che arrivino a disfarsi .Unire qualche fogliolina di menta spezzettata l’idea di limone. Unire la ricotta precedentemente ammorbidita e allungata con un po’ di acqua di cottura della pasta e salare. Scolare la pasta e unirla al sughetto.Servire decorata con della menta e frutti di bosco interi.
Questa invece
lo so lo so che la riconoscete:DDD ….

Una delle ricette più rapide che conosca è certamente quella di questa mousse. L’autrice è Nigella Lawson, nota ai più per i suoi programmi su Gambero Rosso.

E la particolarità della mousse è che non servono uova per prepararla, la si versa nei bicchieri prima di cominciare a preparare la tavola e dopo un paio d’ore di frigo, quindi a fine cena, è pronta!!!

La ricetta l’hanno già proposta molti foodblogger, per esempio Elga, ma voglio presentarvela anche io perchè davvero fa fare un figurone, e non succede niente se l’acqua tocca il cioccolato!

In questa versione io l’ho arricchita con del caffè… cioccolato e caffè che si sciolgono in bocca… tutta da provare!!!Voi potete poi decorarla come meglio credete… se per esempio sopra ci mettessimo un cucchiaio di crema tiramisù?

Porzioni 6
Tempo di preparazione 20 minuti+frigo
Difficoltà 2
Prezzo indicativo 3/4 euro

Ingredienti

  • 150 gr di marshmallows bianchi
  • 50 gr di burro
  • 250 gr di cioccolato fondente tritato
  • 60 ml di acqua bollente
  • 250 ml panna fresca

Preparazione
In una pentola pesante oppure a bagnomaria fondere i marshmallows con il burro, il cioccolato e l’acqua. Spegnere e lasciare raffreddare.

Montare la panna e aggiungerla delicatamente al composto raffreddato con movimenti dal basso verso l’alto.
dividere il composto nelle coppette e porre un paio d’ore a riposare in frigo.

Commenti?