Anche io ho…o forse avevo una pasta madre…

Dico così perchè periodicamente mi impossesso di una creaturina già pasciuta, la coccolo e la nutro per un po’, ma poi non so cosa farne, la scorod in frigo e fa una brutta fine..questa volta invece ho provato a congelarne un pezetto..perhcè poi d’estate mi serve per fare le freselle di Lydia, ormai mio padre me le ordina come dal panettiere….ma ora…sarà che non la so usare bene…
Però questo pane è venuto bene, eccome!

Una ciambella di segale , morbida e compatta come dev’essere , che volendo puo’ essere aromatizzata con i semini di anice….e sopratutto..quella che finalmente mi ha fatto tornare ada ccendere il forno, con tanto di refrattaria, per panificare!

Beh ormai è autunno, lo dice anche il calendario, fuori fa freddo, io oggi ho la prima febbre della stagione…quindi…a pieno titolo il forno torna in campo!:D

Quel che mi è piaciuto nel fare questo pane, è l’attesa.Con la pasta madre le cose non sono così evidenti e immediate come con il lievito.L?impasto cresce lentamente, si trasforma piano, ci vuole ancora più tempo e cura che con i lievitati classici….

Ma poi il profumo che hanno questi pani è ineguagliabile, sanno di antico e di vero….vale proprio la pena!

Prima di darvi la ricetta mi scuso per la foto..la mia Nikon ultimamente fa le bizze e ogni tanto scatta, ma lasciando tutto nero…così queste due sono le sole foto che ho salvato…speriamo guarisca anche lei!:D
per 2 ciambelle

per il lievito di madre a due rinfreschi
500 g di farina 0
350 g acqua
200 g pasta madre
Impastare la madre con metà della farina e dell’acqua due giorni prima.Lasciar lievitare. Reimpastare con gli ingredienti rimasti il giorno prima.
per l’impasto
lievito
375 g farina di segale
240g acqua
5 g farina maltata o malto
18 g sale
semi di anice ( facoltativi)
Impastare insieme tutti gli ingredienti e lasciare a lievitare 4 ore in ambiente caldo ( 23/24gradi io ho messo in forno chiuso e spento con la lampadina accesa)
Riprendere l’impasto e formare due ciambellone, infarinarle con un po’ di semola e porle a lievitare con la chiusura della ciambella verso l’alto ancora per 2 ore.
Accendere il forno a 220 gradi , girare le ciambelle, fare dei tagli decorativi soprabuccia ( cioè solo superificiali) e infornare con vapore ( mettendo una ciotolina con acqua sul fondo del forno) per circa 35 minuti.gli ultimi 5 minuti togliere l’acqua e lasciare il tiro del forno un po’ aperto.

Commenti?