Tomates rösti cunt’i œfs

Che tradotto dal Brianzolo ( che non so scrivere, quindi spero di averci azzeccato) , sono i pomodorri arrosto con le uova…
Magari è una ricetta che conoscete già, di fatto è una ricetta antica.Quelle che non sono preparate dai grandi cuochi, che non richiedono grandi abilità forse, e che vengono tramandate di generazione in generazione, senza magari nemmeno rendersi conto del valore che hanno…
Per questo ho chiesto alla mia nonna, ex cuoca e da sempre ottima forchetta, di scrivermi le sue ricette.Le ho detto “Nonna, scrivimele su un bel foglio, che le voglio conservare” ..e lei teneramente ha preso un bellisismo foglietto tutto decorato e mi ha segnato , con attenzione e precisione, sforzandosi di usare l’italiano, con la sua calligrafia , questa e altre sue preparazioni, di quelle che mi preparava quando ero piccola e di cui ero golosissima….Quando l’ho guardato questo foglio, ho visto che era pure personalizzato con il nome e cognome della nonna stampato in calce…altro che di una volta, tecnologica la mia Maria!:D

Allora io ve la riporto come me l’a scritta lei..magari vi aiuto e vi metto qualche dose per avere questa “pappa” di pomodoro . concentrata, delicata nei sapori e sostanziosa e corroborante..che di diete una volta non c’era tempo, c’era da sudare e le calorie servivano!:D

1 kg di pomodori freschi (o pelati, d’inverno)
1 cipollina bianca
una noce di burro ( siamo o non siamo al nord?:dD) o anche olio evo va bene
latte quanto basta
1 dado
1 uovo per ogni commensale ( o circa 100 ml di panna)
sale
Se i pomodori sono freschi , scottateli, sbucciateli e tagliateli a tocchi.Se sono i pelati, tagliateli a tocchi e usate anche il loro liquido.Far rosolare per bene la cipolla sminuzzata nel condimento.Unire i pomodori e coprirli con il latte.Unire il dado e far cuocere fino a che il tutto non si sarà disfatto e avrà preso la consistenza di una crema densa(servirà almeno un ‘ora)
A fine cottura, scegliete voi.Tradizionalmente si mangiano con le uova, quindi rompete un uovo per ogni commensale nella pentola, e mescolate per qualche minuto, finchè l’uovo non si sarà rappreso.
Altrimenti potete anche unire, invece dell’uovo , la panna.
(se siete golosi li unite entrambi,nessuno vieta….)
La morte loro, come non diremmo proprio qui , ma un po’ più a Sud:D , è con crostoni di polenta…io con questo caldo non me la sono sentita, ma quando l’ho detto ai miei suoceri , mi hanno quasi accusata di bestemmia!:DD(non si mangiano senza polenta!!nonsi puo’!:DD)
(ancora mi scuso per le foto , per le quali la fretta non è buona consigliera, si sa…)

Commenti?