La settimana del pesto…Zucchinotta ripienotta

Che per una ricetta è un titolo decisamente scemo, lo so :DDD
Ma tutto questo tondume mi sa tanto di Mago Pancione, velo ricordato , il mago dei cartoni che mangiava solo polpette?Non so mi pare un fumetto tutto tondo e pieno sto zucchino..però è buono!:D
E beh, in fondo (era in forno , ma qualcuno per fortuna mi corregge:DD)anche questa zucchina è una polpetta.Anzi un polpettone.Quello ligure.
No, no , non blatero.
Ho fatto questa zucchina proprio ispirandomi al polpettone ligure di partenza, un mix di patate, zucchine e fagiolini , passato al forno …e vabbeh una volta o l’altra ve lo faccio:DDD
Partendo da quest’idea di sapori, ho riempito questa pallotta verde, aggiungendoci solo un po’ di mare….
Il risultato è una verdura ripiena leggera, gustosa e saziante….
e magari potrebbe piacere anche ai giudici del contest “Più pesto per tutti” di Sandra

Zucchinotta ripienotta

(dosi per un paio di zucchine)
1 patata lessata
70 grammi di gamberetti
una manciata di fagiolini
due cucchiaioni di crescenza
due cucchiai di pesto ( basilico, olio, pinoli, grana,pecorino e olio buono)
olio evo
vino bianco (io consiglio un cinque terre)
Sbucciare la patata e bollirla.10 minuti prima che termini la sua cottura lessare anche i fagiolini.Scolare e schiacciare con una forchetta grossolanamente.
Intanto scavare con un cucchiaio a punta le zucchine , e far rosolare la polpa con un goccio di olio , aggiungere i gamberetti e sfumare con un po’ di vino bianco.Salare. Unire la polpa alle altre due verdure.
Scottare il guscio di zucchina per pochi minuti ( operazione che aiuterà a diminure il tempo di cottura in forno, io ho usato la stessa acqua delle altre verdure), scolarli e salarli leggermente all’interno.
Riempirli con le verdure, porre su ciascuna zucchina un cucchiaio di formaggio crescenza e metter ein una teglia da forno.Versare nella teglia un po’ di vino ( il fondo deve essere coperto per circa mezzo cm) e infornare per almeno 45 minuti a 180 gradi, fino a che le zucchine saranno morbide e il formaggio ben gratinato e morbido.
Dato che il pesto è una salsa fredda, il modo migliore per gustarlo è non scaldandolo (per carità!anche io ho fatto le lasagne al pesto , o l’ho cotto, ma tutto sommato poi mi pare che il basilico perda un po’ di aroma…io lo preferisco “crudo” anche solo spalmato sul pane:)).Quindi aggiungere un cucchiaio di pesto al centro del formaggio prima di servire.Sono buone anche tiepide.

Commenti?