Composta agropiccante di melanzane

Questa ricetta nasce la scorsa estate, quando mi sono ritrovata con l’esigenza di conservare tutte le melanzane che arrivavano dall’orto del suocero , e che mi dispiaceva buttare.Ma di certo non saremmo riusciti a mnagiare tutto prima che deperissero!:) e dato che la mia mamma aveva già pensato a conservarne una buona parte con il metodo dell’aceto a crudo , io volevo qualcosa di diverso..qualcosa che mantenesse i sapori dell’estate…..

Allora sempre dall’orto..melanzane, pomodirini , tanto basilico fresco ….e un po’ di capperi, magari di Pantelleria, di quelli che sono maturati al sole…. ed ecco qui…

Composta agropiccante di melanzane.
per un vasetto come quello in foto ( così poi vi regolate)

2 melanzane piuttosto grandi ben sode
un mazzo grande di basilico
400 grammi di podorini
un cucchiaio di capperi di Pantelleria sottosale
mezzo bicchiere di aceto
1 peperoncino piccante o la punta di un cucchiaio di pasta di peperoncino
aglio 2 spicchi
1 cipolla (meglio rossa , ma anche bionda va bene)
sale
olio evo

Pelare le melanzane e tagliarle a cubotti.Cuocerle a vapore per circa 20 minuti ( io ho fatto 5 minuti a vapore nella pentola a pressione), fino a che saranno morbidissime. A questo punto porle in uno scolapasta , metterci sopra un peso e schiaciare per fargli perdere più acqua possibile. Intanto scottate i podorini e toglietegli la buccia. In un tegame far soffriggere l’aglio tagliato a pezzetti e privato dell’anima (AHHH!!dovete pure fare un esorcismo!!) e la cipolla affettata al velo con due cucchiai di olio evo ,fino a che la cipolla sarà ben morbida ( per eveitare hce bruci eventualmente unire un cucchiaio di acqua , poi unire la polpa di melanzane e lasciar rosolare un paio di minuti. A questo punto sfumare con l’aceto ,lasciar evaporare, poi aggiungere i pomodori e il peperoncino e lasciar cuocere per 15-20 minuti. Quando la preparazione avrà raggiunto la consistenza di una composta , sarà pronta.Un attimo prima di spegnere, aggiungere i capperi dissalati e il basilico spezzettato. Mettere nei vasetti ancora bollente, chiudere , e porre a sterilizzare in una pentola con uno strofinaccio sul fondo , coperta d’acqua, per 20 minuti da quando l’acqua prende bollore. Poi si conserva in dispensa , ed è ottima da mangiare con il pane, come bruschetta, o con un bel piatto di formaggi!! Questa ricetta partecipa al concorso sottovetro de “Lo spilucchino” sulle conserve

Commenti?