Veneziane alle mandorle

Ormai qui pare sia quasi primavera…e insime alle frittelle di carnevale e a tutti i fantastici dolci ripieni del periodo, a me è venuta voglia di colomba…Si, abbiamo ancora nello stomaco i panettoni e i pandori ,qualcuno è sceso pure sui fianchi , ma mi andava di sentire quel saporino di arancio candito e la morbida freschezza della colomba … Per non dare troppo nell’occhio allora, con un impasto simile a quello del dolce di Pasqua, ho confezionato delle mini veneziane…Tra l’altro richiedono pochissimo lavoro , solo un po’ di pazienza per i tempi del lievito… Mentre le facevo il terrore!avrebbero dovuto lievitare a vista d’occhio e invece mi pareva stessero sempre ferme lì durante tutte e 6 le ore di lievitazione… invece evidentemente qualcosa è successo , perchè alla fine dal forno sono uscite morbide morbide…

La cosa migliore, se resistono fino al mattino dopo, è lasciarle sul comodino per svegliarsi con il loro profumo.Poi volendo si possono tagliare e farcire , anche in un secondo momento , con crema pasticcera alla vaniglia , o al cioccolato , o crema al latte….

Veneziane alle mandorle
 
Preparazione
Cottura
Totale
 
Preparata da:
Porzioni: 8
Ingredienti
  • 380 gr. di farina manitoba
  • 20 gr. di lievito
  • 80 gr. di zuccheroaromatizzato alla vaniglia
  • 30 gr. di miele
  • 50 gr. di burro
  • 3 di uova
  • 60 gr. di latte
  • sale
  • arancia candita
  • Per la glassa
  • farina di mandorle
  • zucchero in granella
  • due cucchiai di zucchero
  • oppure
  • crema pasticcera soda
Preparazione
  1. Impastare tutti gli ingredienti sulla spianatoia o nell'impastatrice, fino ad ottenere un composto omogeneo , elastico ma piuttosto morbido.
  2. Porlo a lievitare in un posto con almeno 20 gradi , per circa 3 ore, fino a che non avrà triplicato di volume.(La tempistica è sempre variabile, perché gli impasti lievitati reagiscono diversamente a seconda delle condizioni ambientali in cui si trovano…)
  3. A questo punto rilavorare l’impasto , formare tante palline di circa 50 gr l’una , e rimetterle a livitare per altre tre orette circa.
  4. Accendere il forno a 200 gradi , pennellare le briochine con il tuorlo dell’uovo battuto e poi coprirle con la glassa preparata sbattendo appena l’albume e unendo la farina di mandorle e lo zucchero semolato . cospargere di zucchero in granella ed infornare per circa 20 minuti.
  5. Volendo la glassa di mandorle si può sostituire con un cucchiaio di crema pasticcera(io avevo finito le uova per prepararla), da mettere sui dolci sempre prima di infornare.In questo caso però è sconsigliabile congelare le brioche.
Commenti?